Fumenti bicarbonato: a cosa servono e come farli

La tecnica dei suffumigi con il bicarbonato, antica ed efficace, cura e allevia le vie respiratorie in maniera totalmente naturale. Vediamo a cosa serve e come farla.

I consigli che di seguito troverai non sono assolutamente di natura medica. Se non stai bene, dovrai comunque recarti dal tuo medico curante. Solo lui potrà consigliarti cosa è meglio per la tua salute.

I fumenti bicarbonato sono chiamati comunemente suffumigi. E sono tra i rimedi più antichi e naturali per combattere i malanni alle prime vie respiratorie. Già gli antichi romani utilizzavano questa tecnica basata sull’utilizzo del vapore acqueo unito alle erbe. Nel caso dei fumenti con bicarbonato, questo si scioglie in acqua calda e si trasforma in fumi di vapore che alleviano tosse, mal di gola, catarro, sinusite e liberano i bronchi. I principali benefici dei suffumigi sono di essere disinfettanti, decongestionanti ed emollienti.

Fumenti di bicarbonato: tutti gli usi

Il calore che si produce dai suffumigi con bicarbonato libera i canali respiratori. Il bicarbonato ha infatti il potere di modificare il ph, equilibra i valori alti di acidità e crea un ambiente particolarmente sfavorevole ai batteri che fanno così fatica ad attecchire.

Fumenti bicarbonato
Bicarbonato

Sono quindi efficaci contro:

  • il raffreddore
  • la tosse
  • il naso chiuso
  • il mal di testa
  • la bronchite
  • il mal di gola
  • la sinusite
  • l’asma
  • la faringite
  • la laringite

Fumenti bicarbonato per la pulizia del viso

Non solo sono utilissimi contro i malanni respiratori, ma i suffumigi si rivelano particolarmente benefici anche per la cura della pelle. Aiutano a dilatare i pori e preparano l’epidermide ad un trattamento successivo che sia una maschera o uno scrub.

Pulizia pelle contro punti neri, acne, brufoli

I punti neri, i brufoli e l’acne in forma lieve si manifestano quando i pori della pelle sono ostruiti per l’eccesso di sebo e la continua impurità dell’ambiente esterno. Sono dei fastidiosi problemi estetici che richiedono una soluzione.

L’industria cosmetica ha creato una miriadi di trattamenti che purificano la pelle, ma se non hai la disponibilità per accedere a questi prodotti perché troppo costosi, irritanti o perché ne sei allergico, il consiglio è sempre quello di trovare il rimedio naturale.

Esistono numerosi procedimenti di bellezza fai da te. Vediamo, quindi, come sfruttare il bicarbonato per la cura e la pulizia della tua pelle.

Per fare una maschera esfoliante naturale che aiuta ad eliminare le impurità e le cellule morte dai pori dilatati, ti basta fare una semplice pasta di bicarbonato e acqua distillata. Per ogni cucchiaio di acqua distillata (non del rubinetto) aggiungine uno raso di bicarbonato e poi mescola il tutto. Applica il composto con movimenti circolari, frizionando delicatamente, nella classica area T del viso, ovvero fronte, naso e mento. Lascia che la pasta si asciughi naturalmente e quando è secca sciacqua abbondantemente con acqua tiepida. Infine, passa sul viso dell’acqua fredda, serve per richiudere i pori e lo sbalzo termico aiuta la microcircolazione del viso.

Attenzione però a non usare il bicarbonato se hai la pelle arrossata o particolarmente screpolata, puoi solo irritarla.

Bicarbonato e camomilla per i fumenti
Bicarbonato e camomilla

Fumenti bicarbonato: quantità e procedura

Tecnicamente i suffumigi con bicarbonato sono molto semplici da preparare. La tecnica generale prevede di scaldare una pentola con 1 litro di acqua calda, quando è in ebollizione si versa il bicarbonato, le erbe o gli olii che si preferiscono e poi si avvicina la testa. Il tutto va involucrato con un asciugamano, perché non si disperda il calore. Bisogna creare una sorta di tenda indiana dove inalare i preziosi vapori che escono dal contenitore.

Per quanto riguarda il bicarbonato puoi aggiungerne due cucchiai dentro una bacinella d’acqua fumante, mescolare leggermente e respirare i vapori per circa 10 minuti. Le inalazioni andrebbero fatte per circa 2 o 3 minuti di minuti di fila e poi ripeterle 3 volte a distanza di pochi secondi una dall’altra.

Puoi effettuare i suffumigi con bicarbonato più volte durante la giornata, anche se il momento più consigliato è la sera, prima di andare a letto, perché favorisce il sonno.

Se vuoi aumentare l’effetto benefico di questo rimedio naturale puoi aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale, ne bastano 2. I più consigliati sono:

  • di betulla, utile per il mal di testa
  • di canfora, benefico per il mal di gola
  • di pino, per sconfiggere la tosse
  • di cajeput, ottimo per tutte le infezioni alle vie respiratorie

Sono tutti emollienti e antibatterici. Devi solo fare attenzione a tenere gli occhi chiusi durante l’operazione d’inalazione.

I fumenti di bicarbonato per bambini e in gravidanza

In caso di tosse, naso chiuso, raffreddore e altri lievi malanni alle vie respiratorie, per i tuoi bambini o in caso di gravidanza, beneficia dei fumenti di bicarbonato e sale. Un’ottima soluzione alternativa ai farmaci, un antico rimedio della nonna, tutto naturale e senza alcuna controindicazione.

Fai i tuoi fumenti con l’aggiunta di menta piperita, timo, pino, camomilla o eucalipto, che hanno anche un’azione antibatterica. Un bagno di vapore che ti aiuta anche a sudare.

Efficace e naturale, è un rimedio perfetto per le donne incinta, sicure di non far male in alcun modo il bebè. In ogni caso consulta sempre il tuo dottore quando non stai tanto bene. E’ ideale anche per i bambini, che sono più sensibili degli adulti ed hanno le mucose molto più delicate e irritabili con alcuni medicinali.

Vediamo come preparare i suffumigi per tosse e mal di gola.

Fai bollire in 1 litro d’acqua 1 cucchiaino di bicarbonato e 2 gocce di olio essenziale di malaleuca (detto anche tea tree oil). Se il bimbo è troppo piccolo puoi fargli delle frizioni sul petto con un panno impregnato di acqua calda e 2 gocce di tea tree oil. Ti consigliamo comunque sempre di consultare il tuo pediatra per la salute di tuo figlio.

In caso di raffreddore invece, puoi sempre portare ad ebollizione 1 litro di acqua calda e poi immergi una bustina di camomilla. Ora il bambino può fare i suffumigi per circa 5/10 minuti, con la tecnica valida anche per gli adulti, cioè inalare i fumi con la testa avvicinata alla bacinella e coperta da un asciugamano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono contenta che tu sia qua!

Io sono Silvia e questo è il mio blog.

Hai letto i miei articoli? Immagino di sì e spero che tu li abbia trovati interessanti!

Iscrivendoti alla newsletter, ti aggiornerò sulla pubblicazione di nuovi contenuti e di nuove promozioni!

Lascia qua il tuo nome e il tuo miglior indirizzo mail!

Ti aspetto!

A presto.

Silvia

PS: ti manderò una mail (in inglese) di “accettazione” che dovrai confermare ulteriormente per l’iscrizione alla Newsletter. Se non la confermerai non potrò vedere la tua iscrizione e inviarti news… Grazie per la pazienza!