Diradamento capelli e tipologie di alopecia: come fare?

Per la forma e la bellezza di un viso, spesso i capelli hanno un ruolo fondamentale. Aiutano infatti a dare un bell’aspetto, soprattutto quando sono curati, puliti e con una piega ordinata. Ma per molti, uomini e donne, il diradamento dei capelli è un fenomeno che si presenta spesso e con il quale si deve fare i conti. C’è chi non se ne preoccupa, decidendo di tagliare corti o a zero la propria chioma per lasciare la testa liscia, ma spesso per molti è un problema. Il diradamento dei capelli nella donna è un grosso problema, ma lo è anche per gli uomini. Quando è così infatti non ci si sente in ordine, si perde sicurezza e ci si sente a disagio. Sembra che tutti guardino la nostra testa. Ecco allora che esistono alcuni rimedi che possono risolvere questo problema, ma prima definiamo meglio cosa quali sono le problematiche relative alla perdita di capelli come il diradamento, la calvizie e l’alopecia.

Calvizie o alopecia androgenetica

Si parla alopecia androgenetica o calvizie soprattutto negli uomini andando avanti con l’età. I follicoli piliferi diventano più piccoli e superficiali, riducendo la dimensione del capello. Quando parliamo di calvizie maschile, questa si manifesta a poco a poco con il diradarsi dei capelli dalla zona frontale, causando una stempiatura, o nella zona centrale. Anche la consistenza dei capelli cambia. Come dicevamo prima, sono più sottili e meno folti. Poco a poco, nel tempo, sono sempre meno e non ricrescono più.

Per la donna la questione, soprattutto a livello emotivo e psicologico, si fa più complessa. In generale, i casi in cui sia la donna a soffrire di alopecia androgenetica sono nettamente meno rispetto a quelli dell’uomo ma, in questo caso, oltre a ricorrere ad una soluzione estetica come quella della patch cutanea, che vedremo più sotto, è bene associare un controllo medico mirato che vada a verificare la produzione di androgeni che possono portare ad altre patologie. Ora che abbiamo visto cos’è quello che comunemente chiamiamo calvizie, andiamo a vedere quali sono altre patologie del capello.

Altri tipi di alopecia

Abbiamo visto sopra come i capelli diradano a causa della comunissima alopecia androgenetica ma ci sono altri casi in cui una persona può soffrire di un’alopecia localizzata, che lascia sostanzialmente dei “buchi”. Si tratta dell’alopecia areata, che può essere a chiazze, ma anche totale (su tutta la testa) o universale (su tutto il corpo). Questo tipo di problematica interessa nella stessa percentuale entrambi i sessi in età adulta ma inferiore ai 60 anni ma, a differenza della calvizie, in questo caso la ricrescita spontanea dei capelli in questa zona è fattibile. Spesso questo tipo di alopecia è causata da fattori di stress psicologico o carenza di alcuni elementi come il ferro. Spesso si associa ad altri disordini immunitari come dermatiti, celiachia e allergie.

Sta di fatto che questo problema si può risolvere come anche l’alopecia da trazione, ossia da trattamenti estetici, come un eccessivo utilizzo della piastra per capelli o di tinte aggressive.

Torniamo però ora a parlare della comune calvizie, che accomuna molti uomini ma anche molte donne. Come risolvere, almeno sul lato estetico?

Diradamento dei capelli: come risolvere?

Essere stempiati o calvi è un problema per molti. Si incomincia a vedere un graduale diradamento nel tempo fino a che o lo si accetta, o si deve ricorrere ad una soluzione che ti permetta di tornare a vivere con serenità tutte le situazioni di vita. Dalla semplice passeggiata ad un bagno in piscina, fino anche ad attività sportive che causano molta sudorazione. Si può risolvere grazie alla patch cutanea, che consiste nell’applicazione di una protesi studiata sulla testa, sulla fisionomia e sull’esigenza della persona. Si tratta sostanzialmente dell’applicazione di una membrana invisibile sulla quale sono innestati i capelli. Questa membrana viene applicata con colle dermatologicamente testate e non c’è alcun trattamento invasivo. Questa è una soluzione semplice, facile e dal risultato immediato, senza ricorrere a interventi chirurgici, che permette alla persona di tornare a vivere come prima, perché non si sentirà più a disagio. Questa soluzione non sarà visibile agli altri. Non si vede assolutamente dove inizia e dove finisce la protesi, e nessun occhio indiscreto potrà svelarlo. Il risultato è quello di avere capelli morbidi e folti come prima, senza alcun trattamento invasivo. In molti ne stanno facendo uso, anche nel mondo dello spettacolo e tra i personaggi famosi. Questa soluzione ridona la serenità a chi l’aveva persa a causa del diradamento dei capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *